Messico, drug wars: 33 omicidi in un giorno, in manette il leader del gruppo narcos La Linea

Marco Antonio Guzmán

Non accenna a diminuire l'ondata di violenza portata dai vari cartelli della droga che da anni si contendono il territorio messicano: solo in queste ultime ore, nella zona di Monterrey, si sono registrati 33 morti, un record per lo stato del Nuevo León.

Tra le vittime, segnalano i quotidiani locali, ci sarebbero due guardie del corpo del governatore Rodrigo Medina e tre secondini del carcere di Cadereyta.

Ma la giornata di ieri è stata segnata anche da un importante arresto, quello di Marco Antonio Guzmán Zúñiga, considerato dalle autorità uno dei leader dell'organizzazione criminale nota come La Linea, associata al Cartello di Juarez.

Zúñiga, noto anche come "El Brad Pitt" e "El Dos", è stato arrestato insieme a due suoi alleati nella città di Chihuahua, capitale dell'omonimo Stato.

Sulla sua testa pendeva una taglia di 500mila pesos, pari a circa 50mila euro: il 34enne è accusato di numerosi rapimenti ed omicidi, non ultimo anche l'attentato del luglio scorso alla sede della polizia di Ciudad Juarez, in cui persero la vita tre persone.

Via | El Universal

  • shares
  • Mail