Omicidio Heather Barnett: oggi la testimonianza del comandante Giampietro Lago del Ris di Parma


E' ripreso questa mattina a Winchester il processo che vede imputato il 39enne potentino Danilo Restivo, accusato dell'omicidio di Heather Barnett, uccisa a Bournemouth il 12 novembre 2002.

Oggi ha preso la parola il comandante Giampietro Lago del Ris di Parma, autore, insieme al maggiore Andrea Berti del Ris di Roma, della superperizia genetico-forense effettuata sugli abiti indossati da Elisa Claps il giorno in cui fu uccisa.

Il comandante, davanti al pm Michael Bowes e alla giuria, ha spiegato come si sono svolte le analisi sul maglione di Elisa, estremamente danneggiato dalle coltellate e dal passare del tempo.






Il capo è stato diviso in quattro parti: una di queste sezione è risultata di particolare interesse per le indagini. Quest'area è stata quindi divisa in nove quadranti: in sei sono state trovate tracce di sangue, in quattro tracce di saliva. Nessuna traccia di sperma.

Due i profili genetici emersi: uno femminile, di Elisa Claps, e l'altro maschile, appartenente a Danilo Restivo. Lago ha sottolineato la complessità dei test eseguiti e non ha escluso la possibilità di falsi positivi o falsi negativi, "comunque la mia opinione è che questa possibilità sia alquanto improbabile".

Nel pomeriggio, invece, saranno sentite la biologa e consulente forense Claire Stangoe, chiamata dall'accusa, e l'esperta forense Denise Syndecombe, chiamata dalla difesa.

Via | Bournemouth Echo

  • shares
  • Mail