Roma: 45 arresti, coinvolto Cesare Pambianchi presidente Confcommercio. L’accusa: evasione fiscale


Quarantacinque persone sono state arrestate a Roma con l’accusa di evasione fiscale, tra loro ci sono anche il presidente di Confcommercio Roma Cesare Pambianchi e il commercialista Carlo Mazzieri.

Le misure restrittive sono state eseguite dalla Guardia di Finanza, su disposizione del gip di Roma che ha emesso gli ordini di custodia cautelare. Tra i destinatari anche diversi imprenditori e professionisti.

La presunta evasione fiscale sarebbe avvenuta secondo gli inquirenti con il trasferimento all'estero di società in stato prefallimentare. L’indagine è stata coordinata dal procuratore aggiunto Nello Rossi e dai pm Francesco Ciardi e Maria Francesca Loi.

Qualche settimana fa il presidente di Confcommercio Roma aveva preso posizione sui braccialetti identificativi messi ai polsi di una sessantina di venditori ambulanti extracomunitari durante una retata della Polizia Municipale in piazza di Spagna.

"Ben vengano tutti i provvedimenti utili a debellare il fenomeno della vendita illecita di merce contraffatta in tutte le sue forme, e dunque anche il ricorso al braccialetto numerico, se necessario". 

Via | Il Messaggero

  • shares
  • Mail