F-Secure ci mostra la mappa di provenienza dei prossimi attacchi informatici

Il crimine informatico non è di esclusivo appannaggio dei paesi di cultura occidentale, dove le masse dispongono di un computer personale. Secondo uno studio del F-Secure Security Labs, la situazione attuale vede una forte presenza di attacchi provenienti dai paesi dell'Est Europeo e Asia occidentale (Russia, Bielorussia, Ucraina, Kazakhistan, Lituania, Lettonia), insieme alla Cina e al Brasile.

Ma non è tutto: dall'analisi emergono altri dati importanti, ovvero sul come e dove nuovi gruppi di criminali stiano nascendo e operando nel futuro prossimo. Si parla quindi di Messico, Africa e di nuovo Asia orientale, proprio per la mancanza di una legislazione in materia combinata al capillare diffondersi della tecnologia informatica.

E' quindi una concausa di fattori socio-economici che crea questa situazione, spiega il capo dell'ufficio di ricerca sul crimine informatico di F-Secure, Mikko Hypponen: la mancanza di posti di lavoro qualificati nei paesi a forte crescita tecnologica porterà a una situazione in cui sempre più utenti con capacità nel settore informatico cercheranno di ottenere guadagni in maniera illegale, non potendo trarre legalmente profitto dalle loro conoscenze.

Via F-secure.com

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: