Omicidio Melania Rea: Ros al lavoro su un tabulato


L’indiscrezione la riporta Il Messaggero: il giorno della scomparsa di Carmela Melania Rea, il 18 aprile, il suo telefono cellulare e quello del marito, il caporal maggiore Salvatore Parolisi, sarebbero stati “agganciati” nello stesso momento da una cella telefonica tra Cerqueto, una frazione di Ripe di Civitella, e San Giacomo di Valle Castellana. In un arco di tempo compreso tra le 14 e le 14.30.

Il cadavere di Melania Rea sarà scoperto tre giorni dopo proprio nel bosco delle Casermette di Ripe di Civitella. Una svolta? Non per forza. Se l’indiscrezione fosse confermata bisognerà innanzitutto capire quanto sia attendibile per i carabinieri del Ros il tabulato; una volta stabilito questo gli investigatori potranno formulare le loro ipotesi. Intanto si attendono i risultati degli esami scientifici effettuati dal Ris e la relazione finale dell’autopsia condotta dal professor Adriano Tagliabracci.

Via | Il Messaggero

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: