Vicenza: madre, nonna e zia accusati di aver molestato bimbo di 3 anni. A fine mese l'udienza preliminare

tribunaleVicenza

Un nuovo caso di violenza sessuale in famiglia, l'ennesimo, sta per approdare in Tribunale, a fine marzo, per l'udienza preliminare.

Tre le persone accusate di accusate di aver molestato, in più occasioni, un bambino di tre anni. Si tratta della nonna, dello zio e della mamma della presunta vittima.

Siamo a Thiene, in provincia di Vicenza, e il racconto degli abusi, che sarebbero avvenuti quando il piccolo aveva tre anni, è stato acquisito in sede di incidente probatorio.

I tre - L.S. di 29 anni, il fratello G.S. di 35 anni e la madre, G.F., di 65 anni - si sono sempre dichiarati innocenti, sostenendo che il bimbo si sia inventato tutto.

Li sostengono i loro avvocati, Anna Zanini e Giambattista Rando:

Le parole di un bimbo che ricorda situazioni lontane nel tempo, risalenti a quando aveva 2-3 anni sono davvero fragili perché si prestano alla manipolazione del ricordo, considerando che a quell'età i bambini sono incerti e tendono ad alterare gli scenari di cui sono stati partecipi.

La Procura, invece, si basa sulla perizia psicodiagnostica effettuata sul minore, che ne ha confermato l'attendibilità.

L'udienza preliminare, come detto in apertura, si terrà a fine mese.

Il bambino, nel frattempo, è stato affidato al padre, da tempo separato dalla 29enne.

Via | Il Giornale Di Vicenza

  • shares
  • Mail