Test Dna conferma: cadavere trovato sul Colle San Marco è di Rossella Goffo


Secondo l’esame del Dna, il cadavere trovato il 5 gennaio scorso nel bosco dell'Impero, sul Colle San Marco di Ascoli Piceno, è di Rossella Goffo, la funzionaria 47enne della Prefettura di Ancona scomparsa il 4 maggio 2010 e che gli investigatori ritengono sia stata uccisa, strangolata secondo le prime perizie.

Il profilo genetico dei tessuti organici prelevati dal cadavere e il Dna estratto dal materiale biologico della donna acquisito nel corso dei primi accertamenti tecnici sulla scomparsa coincidono. Il test del Dna sui resti del corpo della donna era stato disposto dalla procura di Ascoli. L’unica persona iscritta nel registro degli indagati è un tecnico della Questura di Ascoli, Alvaro Binni, che ha sempre negato ogni addebito. Dal Corriere Adriatico:

Quarantasette anni, originaria di Rovigo, sposata con un medico e madre di due figli ormai grandi, secondo gli inquirenti Rossella Goffo sarebbe stata uccisa da Alvaro Binni, 45 anni, tecnico della Questura di Ascoli Piceno. Con lui la donna avrebbe avuto una relazione extraconiugale che Binni però, a sua volta sposato e padre, era intenzionato a troncare. L'uomo, indagato a piede libero per omicidio premeditato e occultamento di cadavere, si dichiara innocente.

Via | Corriere Adriatico

  • shares
  • Mail