Delitto di Perugia: la difesa di Amanda Knox chiede di bloccare la messa in onda del film con Hayden Panettiere

AmandaKnox_FilmTV

Si fa un gran parlare in questi giorni di "Amanda Knox: murder on trial in Italy", il film tv prodotto dalla Lifetime ed incentrato sull'omicidio di Meredith Kercher e sul processo ad Amanda Knox, Raffaele Sollecito e Rudy Guede.

La messa in onda del film, negli Stati Uniti, è prevista per il prossimo 21 febbraio su LifeTime Tv e giorni fa è stato diffuso il trailer ufficiale, che potete vedere dopo il salto.

Le polemiche, già nate quando fu comunicata la notizia dell'inizio delle riprese, si sono inasprite ed ora è arrivata anche una diffida da parte dei legali di Amanda Knox.

Gli avvocati chiedono a Lifetime di "sospendere immediatamente e non distribuire, divulgare o mandare in onda" il film in questione.

Il processo d'appello per due dei protagonisti della vicenda, Raffaele Sollecito ed Amanda Knox, è ancora in corso e, secondo gli avvocati di quest'ultima, "in questi mesi, in più occasioni ed utilizzando diversi mezzi mediatici, la figura di Amanda è stata già esposta ad una rappresentazione che non corrisponde al vero".

Sulla vicenda è intervenuta anche la madre di Meredith Kercher che si è subito schierata contro questo prodotto:

Non ho visto il film o il video ma lo trovo scioccante. Davvero non riesco a capire come si possa realizzare un film quando c’è ancora il processo d’appello in corso. Poi non capisco perché è intitolato Amanda Knox, quando è mia figlia la vittima.

Al momento Lifetime non ha ancora risposto pubblicamente, né modificato il palinsesto togliendo il film con Hayden Panettiere, Paolo Romio e Marcia Gay Harden.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: