Orzinuovi, omicidio: Giovanni Albertanza ucciso nel garage di casa


Un brutale delitto si è consumato nella serata di ieri a Orzinuovi, comune di 11.600 abitanti alle porte di Brescia. La vittima è un piccolo imprenditore edile di 52 anni, Giovanni Albertanza, che secondo i primi accertamenti effettuati dagli investigatori sarebbe stato immobilizzato e impalato. L'uomo sarebbe morto per le lesioni interne provocate da un palo di ferro.

Teatro del feroce omicidio l’abitazione della stesso Albertanza, alla periferia di Orzinuovi. La moglie avrebbe trovato il suo corpo senza vita nel garage rientrando a casa verso le 8,30. Immediatamente la donna ha dato l’allarme. Inutile l'intervento del 118, il 52enne era morto già da qualche ora. Sul posto sono poi giunti i carabinieri della compagnia di Verolanuova e del comando provinciale che hanno avviato le indagini.

Pare che nessuno nel quartiere abbia visto o udito nulla di strano nelle ore in cui Albertanza veniva ucciso. Gli investigatori non starebbero ancora seguendo alcuna pista precisa; le indagini proseguono a 360 gradi. Un aiuto potrebbe forse arrivare dalle telecamere presenti nella zona. Albertanza, originario della Puglia, da anni si era trasferito al nord, prima nel Bergamasco e da 7 anni a Orzinuovi.

I vicini di casa hanno raccontato di averlo visto per l'ultima volta ieri mattina mentre davanti casa portava a spasso il cane. L'uomo lascia la moglie e due figli di 24 e 31 anni.

Update
Contrariamente alle prime informazioni circolate subito dopo il ritrovamento del cadavere e anche se i carabinieri, scrive quiBrescia, stanno ancora indagando per omicidio in merito alla morte di Giovanni Albertanza, nessuna ipotesi viene ancora tralasciata, suicidio compreso. Sarà l’autopsia a stabilire la cause esatte del decesso dell’uomo.

Via | Brescia Oggi
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail