Joseph Fritzl, il mostro di Amstetten:"L'ho fatto per Hitler, ma non sono un pedofilo" ultime rivelazioni sull'orrore del bunker

hitlerfrtizl

Joseph Fritzl, il mostro di Amstetten ha rilasciato alcune sconvolgenti dichiarazioni. Avrebbe segregato la figlia per proteggerla da un'adolescenza tormentata. Cioè un'adolescenza assolutamente normale:"Non aveva regole, andava in giro con i suoi amici fino all'alba, si ubriacava, fumava" avrebbe dichiarato. Lo si può leggere sulla Augsburger Allgemeine, ma in tedesco.

Fritzl avrebbe successivamente negato di avere avuto rapporti sessuali con la figlia fin dall'undicesimo anno d'eta:"Quello non è vero, non me la faccio con i bambini" avrebbe spiegato. Negli anni successivi avrebbe comunque ammesso - e come potrebbe essere altrimenti - di avere avuto qualche rapporto sessuale con la figlia. Qualche, visto che in totale Joseph Fritzl ha avuto sette figli dalla moglie e sette nati dalla relazione incestuosa con la figlia.

E da entrambi ha avuto una coppia di gemelli. Nei prossimi giorni la casa dell'orco di Amstetten, il bunker dell'orrore, verrà scandagliato con uno speciale radar, ha dichiarato Franz Polzer, attualmente a capo delle indagini. Ma il meglio arriva dal Sun, tabloid nazionalpopolare inglese...

Fritzl avrebbe avuta un'infanzia tormentata, in un paese invaso dal nazismo - e infatti il Sun non si lascia sfuggire l'infografica qui sopra - in cui avrebbe avuto strani desideri nei contronti della madre. Avrebbe trascinata poi nella follia tutto il resto, in un orrore che non ha neanche niente più dell'incubo.

Il tutto in una famiglia dove "si sentiva rifiutato" dal padre, e dove il superomismo cialtrone nazista aveva lavato il cervello a tutti quanti. "Sono un uomo all'antica, in casa mia valori come il rispetto e la disciplina sono sempre stati fondamentali. Sono cresciuto nell'epoca nazista e per me sono valori insostituibili".

"Era un tiranno". E aveva dominato e costruito due famiglie. Una sotto terra, e una nel mondo reale.

  • shares
  • Mail