Bruna Boldi e il figlio Gianni Coli uccisi a Firenze: si scava nella vita privata di Gianni, forse manca un cellulare all'appello

GianniColi

L'assassino di Bruna Boldi e del figlio Gianni Coli, rispettivamente di 84 e 55 anni, secondo gli inquirenti è da ricercare nell'ambiente degli incontri sessuali occasionali.

Bruna e Gianni, ex parrucchieri, erano considerate da tutti persone buone e generose, non avevano nemici ed è quindi da escludere che l'assassino nella loro cerchia di conoscenti.

Si scava, quindi, nella vita privata di Gianni, come riporta La Repubblica Di Firenze:

Le indagini, ieri, hanno dunque imboccato decisamente la pista delle amicizie di Gianni Coli. Negli uffici della squadra mobile è stato sentito un uomo con cui l´ex parrucchiere aveva interrotto da anni una lunga relazione affettiva ma con il quale l´ex parrucchiere aveva mantenuto rapporti di fraterna amicizia. Sentiti anche altri uomini, conoscenti e parenti.



Se, come sostengono al momento gli inquirenti, l'assassino è da ricercare negli incontri occasionali di Gianni, le indagini potrebbero presto complicarsi:

Sono casi che si risolvono in 48 ore oppure tutto diventa più difficile.

L'arma del delitto, ne parlavamo ieri, non è stata ancora ritrovata e ora sembra che all'appello manchi anche uno dei telefoni cellulari di Gianni.

In queste ore si sta perquisendo ancora una volta l'abitazione delle vittime, in via Baccio da Montelupo a Firenze.

A rendere ancor più difficili le indagini c'è l'incertezza sull'orario e sul giorno della morte: si pensa che l'omicidio potrebbe risalire a mercoledì. A chiarire questo dubbio dovrebbe pensarci l'autopsia, prevista per martedì.

  • shares
  • Mail