Palermo, mafia: sequestrata catena di negozi

Operazione antimafia della Dia di Palermo che questa mattina ha sequestrato beni per un valore di oltre 16 milioni di euro. Nel mirino tutte le quote sociali e i beni aziendali della società Bagagli Srl con sede ne capoluogo siciliano e attiva nella vendita di articoli di marca. La società, leader del settore, aveva aperto lussuosi negozi a Palermo a Bagheria e a Catania, in cui si vendevano abbigliamento, accessori, scarpe e valigeria, tutti articoli chic, “griffati”.

I beni sequestrati secondo gli investigatori sarebbero riconducibili a un boss storico della famiglia di Palermo Centro - Salvatore Milano, 60enne già condannato in via definitiva per associazione mafiosa - e a un suo prestanome. Il resto dei beni sequestrati comprende ben 44 beni immobili (tra appartamenti magazzini e terreni), una rivendita di tabacchi, 3 automezzi, un’imbarcazione lunga 20 metri, una moto di grossa cilindrata e una trentina di rapporti bancari.

La richiesta della Procura della Repubblica di Palermo per l'applicazione del provvedemento di sequestro è stata accolta dalla Sezione misure di prevenzione del Tribunale.

Foto © TM News

  • shares
  • Mail