Orrore a Wenden, nuovi dettagli sul ritrovamento dei tre neonati morti in un freezer

Cominciano a trapelare i primi dettagli relativi ai tre corpi di neonati trovati nel freezer di una casa in Germania, a Wenden.

Innanzitutto, la madre avrebbe già confessato di essere lei l'artefice dell'agghiacciante triplice occultamento di cadavere, e per questo sarebbe già stata arrestata dalla polizia, mentre invece il marito e i tre figli, tra i 18 e i 24 anni di età, al momento sarebbero tutti liberi.

Prime indiscrezioni trapelano anche sul come sono stati ritrovati i corpicini. Sembrerebbe che il più giovane dei tre figli della donna e del marito, che vivevano tutti insieme in una caratteristica villa, abbia trovato i corpi per caso in un congelatore in cantina, sotto chili e chili di cibi scaduti, avvolti in buste a loro volta avvolte in asciugamani e giornali, uno dei quali recante la data 1988, che lascerebbe pensare almeno uno dei tre corpicini potesse essere nato in quel periodo.

Moltissimi i misteri ancora da chiarire:
- Quale è stato il ruolo del marito nella vicenda?
- Possibile che nessuno si sia accorto di ben tre gravidanze della donna?
- I neonati sono stati solo occultati o anche assassinati?
- In che epoche sono nati i tre bambini?
- Qual è stato il movente?
Interrogatori, indagini e soprattutto le autopsie sui tre corpicini forse sapranno presto aggiungere nuovi elementi a questa orrenda vicenda.

(nel video, il servizio della Reuters in tedesco)

Via | L'Unione Sarda

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: