Caserta, prende a calci la convivente: 20enne in gravi condizioni

Nuovo caso di violenza domestica in arrivo dal Casertano, dove la 20enne Rosaria Aprea è ricoverata in gravi condizioni in ospedale dopo esser stata presa a calci dal suo convivente, Antonio Caliendo, 27enne originario di Casal di Principe.

E' accaduto ieri sera a Macerata Campania. Caliendo, non nuovo ad episodi simili secondo quanto ricostruito dai militari, era geloso della sua compagna, nonchè madre di suo figlio, e ieri sera ha perso la testa. Ha preso a calci la giovane partner riducendola in pericolo di vita.

Rosaria è stato subito soccorsa e trasportata all'ospedale civile di Caserta, dove è stata sottoposta ad un intervento chirurgico per l'asportazione della milza e dove si trova tuttora sottoposta a cure intensive.

Il giovane violento, nel frattempo, si era rifugiato a casa di sua sorella, avvocato, e con lei ha deciso di andarsi a costituire, confessando di essere l'autore di tanta violenza. Il fermo è stato inevitabile.

Non era la prima volta che Caliendo alzava le mani su Rosaria. L'episodio più eclatante risale al 2011, quando i due avevano da poco iniziato a frequentarsi: lei stava partecipando ad un concorso di bellezza a Pesaro quando lui la raggiunse e, accecato dalla gelosia, la picchiò tanto da costringerla a fare ricorso a cure mediche.

  • shares
  • Mail