Million Marijuana march: dedicata ad Aldo Bianzino

Nella notte tra il 13 ed il 14 ottobre scorsi Aldo Bianzino, 44 anni di Pietralunga (PG), viene trovato morto in una cella del carcere di Capanne con "lesioni compatibili con l'omicidio": quattro emorragie cerebrali, due costole rotte e traumi al fegato. Era stato arrestato il giorno precedente perchè possedeva due piantine di marijuana ad uso personale. In questo articolo di Sarah Di Nella la storia di Bianzino nel dettaglio.

Al 44enne falegname pietralunghese è stata dedicata quest'anno la Million Marijuana March che ha avuto inizio alle ore 16.00 a P.zza della Repubblica a Roma per terminare alle 23.30 a P.zza Bocca della Verità.

Aldo Bianzino è stato considerato un martire del proibizionismo. Come afferma Alberto Sciolari - tra gli organizzatori - "la sua vicenda e' davvero inquietante: lo arrestarono nel suo casolare in campagna perchè aveva qualche pianta di marijuana e il giorno dopo mori' in cella". Come già detto l'autopsia rilevò diverse fratture e danni interni "come se avesse subito un pestaggio fatto ad arte per non lasciare tracce evidenti". In direzione dell'omicidio volontario anche la procura di Perugia, ma ad oggi ancora cause ed eventuali colpevoli non sono stati identificati con chiarezza.

La Million Marijuana March fa parte dell'iniziativa Global Marijuana March che partita da poche decine di città nel 1999 ne coinvolge oggi più di 220. Ciò che si rivendica con questa marcia: stop alle persecuzioni verso i consumatori; diritto all'uso terapeutico; diritto alla coltivazione di una pianta considerata dagli organizzatori parimenti a tutte le altre.

In Italia tutto prese il via il 5 maggio 2001 - come spiegato sul sito della manifestazione - con la campagna di autodenuncia di massa il 5 maggio 2001 con la campagna di autodenuncia di massa "Signor giudice ho piantato un seme".

Sulla storia di Aldo Bianzino continueremo a tenervi informati per comprendere al meglio la conclusione della storia e se qualcosa è stato veramente fatto.

Via | DireGiovani

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: