Strage in famiglia a Seattle: 59enne uccide due nipoti e il genero. Poi si toglie la vita

Chhouy Harm

Ancora una strage negli Stati Uniti, questa volta a Seattle: Chhouy Harm, 59enne di origine asiatica, in preda ad un raptus, ha preso una pistola ed ha fatto fuoco contro alcuni parenti.

Le due nipoti di 14 e 17 anni sono morti sul colpo, così come il loro padre, genero della Harm.

Ferita la figlia della donna, che è riuscita ad allertare i soccorsi. Le sue condizioni sarebbero gravi, ma stabili.

Alla vista delle autorità, l'assassina ha rivolto la pistola contro sé stessa e si è tolta la vita.

Il movente della strage è ancora oscuro. Alcuni parenti delle vittime hanno rivelato che la donna soffriva di problemi mentali e in passato era stata ricoverata in più di un ospedale.

Via | Seattle Times

  • shares
  • Mail