Rogo in un'abitazione nel Tarantino, morirono padre e figlia: indagato 15enne di Castellaneta

incendioCastellaneta

C'è un indagato per l'omicidio di Giuseppe Di Turo, 71 anni, e di due figlia Francesca, 5 anni, morti in un incendio divampato nella loro abitazione di Castellaneta, Taranto, lo scorso 28 agosto.

Il rogo scoppiò di notte, alle 2.40: padre e figlia morirono tra le fiamme, mentre la madre e moglie Lucia Di Napoli, 37 e un altro figlio della coppia, Daniele, 10 anni, riuscirono a salvarsi gettandosi dal balcone, al primo piano.

In un primo momento si era pensato ad un corto circuito, ma ora gli inquirenti sono arrivati ad una conclusione: l'incendio è stato appiccato e il principale sospettato è un 15enne di Castellaneta.

Il giovane, per via di contrasti avuti con la famiglia della vittima, ha dato fuoco all'abitazione.

Non è chiaro se l'intenzione era quella di uccidere o soltanto di compiere un atto vandalico. Quello che è certo è che ora, mentre le indagini proseguono, il 15enne è indagato per incendio doloso, omicidio colposo plurimo e danneggiamenti.

Durante le indagini, i carabinieri hanno accertato che, pochi giorni prima del rogo, qualcuno incendiò uno scooter parcheggiato a poche decine di metri dall'appartamento dei Di Turo. Per gli investigatori questa sarebbe più di una semplice coincidenza.

Le indagini continuano.

Via | il Quotidiano di Puglia

  • shares
  • Mail