Rimini: avvocato Monica Anelli uccisa dallo zio con freccia di balestra. L'assassino trovato morto sulle colline riminesi

MonicaAnelli

Il sospetto degli inquirenti sulla morte di Monica Anelli, la 40enne uccisa ieri a Rimini, trafitta dalla freccia scoccata con una balestra, si è rivelato fondato.

Ad ucciderla, forse per questioni legate ad un'eredità, è stato suo zio, Stefano Anelli, 62 anni, resosi irreperibile subito dopo l'omicidio.

Il 62enne, dopo aver ucciso la nipote e staccato i tubi del gas nel tentativo di far esplodere la scena del delitto, è fuggito sulle colline riminesi e si è tolto la vita con la stessa balestra.

Il cadavere è stato ritrovato in serata in località Santa Cristina. Resta ora da chiarire il movente di tanta follia.

Dal Messaggero:

Monica Anelli abitava in quella casa insieme al compagno, un carrozziere della zona: progettavano di avere un figlio. Nella stessa palazzina, di proprietà della famiglia, solo un altro appartamento sfitto e uno dove viveva lo zio paterno insieme alla compagna moldava. Proprio lo zio Stefano era stato individuato dagli inquirenti come personaggio chiave della tragedia. Oltre ad essere il suo vicino di casa, era anche l'unico dei parenti della vittima ad essere irreperibile.

  • shares
  • Mail