Roma: 25enne romena sequestrata e violentata per sei mesi. In manette il suo aguzzino

viamalegno_roma

Era appena arrivata in Italia ed aveva accettato l'ospitalità di un suo connazionale di 45 anni, che ben presto si è trasformato nel suo aguzzino.

E' accaduto ad una ragazza romena di 25 anni, liberata ieri sera dai carabinieri della Stazione Roma Prima Porta.

La giovane, che aveva respinto le avances del 45enne, era stata ridotta in schiavitù, chiusa in una stanza, denutrita, picchiata e violentata quotidianamente.

L'incubo è durato ben sei mesi, fino a quando i vicini di casa dell'uomo, sentendo le urla della giovane, hanno allertato le autorità.

Si legge su Affari Italiani:

In serata i militari hanno bussato alla porta dell’uomo e la donna, con un ultimo sforzo, è riuscita a farsi sentire. Quando si sono fatti aprire la porta della camera da letto i carabinieri hanno trovato la ragazza a terra, fortemente denutrita e con numerose ferite ed ecchimosi al volto e su tutto il corpo.

La vittima è stata subito trasportata in ospedale - è stata giudicata guaribile in 40 giorni - mentre il suo aguzzino è finito in carcere: per lui le accuse sono di maltrattamenti, lesioni, riduzione in schiavitù, sequestro di persona e violenza sessuale.

Via | RomaToday

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: