USA: fermato il presunto serial killer Elias Abuelazam, cinque omicidi in tre mesi

Elias Abuelazam

Diciotto colpi in tre mesi: cinque persone uccise e tredici ferite, in modo più o meno grave, tra Ohio, Virginia e Michigan.

L'autore, secondo le autorità statunitensi, sarebbe il 33enne israeliano Elias Abuelazam, fermato ieri all'aeroporto di Atlanta, mentre era in procinto di imbarcarsi su un volo diretto a Tel Aviv.

La maggior parte delle aggressioni sono avvenute a Flint, in Michigan, dove si pensa che Abuelazam risiedesse.

Il 24 maggio scorso l'assassino, a notte fonda, ha avvicinato un passante con la scusa di chiedergli un'informazione. A quel punto, mentre la vittima lo stava aiutando, il killer ha estratto un coltello e l'ha colpita, con la chiara intenzione di uccidere.

Questo modus operandi è stato applicato altre diciassette volte. In cinque casi le vittime sono decedute, nei restati casi se la sono cavata con ferite più o meno gravi.

Elias Abuelazam, stando agli ultimi aggiornamenti, non è ancora stato formalmente incriminato per tutte. Per ora l'unica incriminazione presentata è quella per l'aggressione del 27 luglio, avvenuta a Flint, che ha lasciato gravemente ferito un ragazzo di 26 anni.

Le autorità, però, sostengono di avere molti indizi che confermano la colpevolezza di Abuelazam. Le indagini continuano.

Via | AOL News

  • shares
  • Mail