Messico: ucciso Ignacio Nacho Coronel, boss del narcotraffico


Era ritenuto il braccio destro di El Chapo, il boss del cartello della droga di Sinaloa. Ignacio "Nacho" Coronel, è stato ucciso nella periferia di Guadalajara, a Zapopan, nell’ovest del Messico, durante un’operazione dell'esercito. Coronel - secondo quanto dichiarato dalle autorità messicane - è stato colpito mentre "tentava di fuggire" dopo aver aperto il fuoco sui militari che erano andati ad arrestarlo.

El Universal scrive che prima di morire El Nacho ha ucciso due militari tra cui l’ufficiale che guidava la missione. Fedelissimo di El Chapo Joachin “shorty” Guzman - l’uomo più ricercato del Messico - Coronel era soprannominato King of Crystal, a indicare il suo monopolio sul mercato nordamericano di cocaina e di una droga a basso costo a base di anfetamine.

Gli Stati Uniti avevano messo sulla sua testa una taglia di cinque milioni di dollari per chi avesse fornito informazioni utili alla sua cattura. Pare che a proteggerlo ci fosse un solo guardaspalle che dopo essersi arreso è stato arrestato. Nel blitz, che ha visto anche l’utilizzo di elicotteri, sono stati impiegati 150 militari dell’esercito.

Foto | El Siglo de Torreón

  • shares
  • Mail