Trapani: 13 arresti per furti, estorsioni e spaccio. I nomi


Tredici persone sono state arrestate dalla polizia a seguito di un’indagine coordinata dalla procura di Trapani. I destinatari dei provvedimenti - tra cui diversi pregiudicati di Alcamo, Partinico e Castellammare del Golfo - sono accusati di estorsione aggravata, furti in ville, spaccio di cocaina e hashish.

Tutti reati che sarebbero stati commessi nel Trapanese e nel Palermitano nel 2009. Uno degli arrestati, un giovane pregiudicato di Alcamo, aveva messo in piedi all’interno della sua abitazione una specie di supermarket in cui veniva venduta merce rubata (mezzi agricoli, motozappe, motocicli, decespugliatori) e droga.

Secondo quanto emerso dall’attività investigativa, da intercettazioni ambientali e telefoniche, i furti erano finalizzati a finanziare un traffico di cocaina e hashish nel territorio di Partinico (Palermo).

Su Live Sicilia i nomi dei soggetti raggiunti dalle misure cautelari emesse dal gip di Trapani.

In carcere sono finiti i pregiudicati Azize Lekhouidi, Cristoforo Appresti, Carlo Barbera, Leo e Gioacchino Lo Monaco. A Francesco Bittordo e Francesca Palmeri sono stati concessi i domiciliari. Obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per Liborio Baglio, Giancarlo e Giovanni Leto, Giacomo Tarantola, Gianfranco Gatto e Francesco Zappato. All'operazione di oggi è collegato anche l’arresto per furto, in flagranza, di Maurizio Gandolfo a luglio del 2009.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail