New York: 14enne stermina la famiglia, dà fuoco alla sua abitazione e si toglie la vita

Strage in famiglia a Staten Island, New York, compiuta da un ragazzino di appena 14 anni, CJ Jones, già segnalato in passato per alcuni episodi di violenza.

Stavolta il giovane ha perso la testa e, secondo una prima ricostruzione, avrebbe tagliato la gola alle due sorelline, Melony e Brittany, di 7 e 10 anni, ed ha dato fuoco alla sua abitazione.

Poi, sempre secondo gli inquirenti, si è tolto la vita tagliandosi la gola con lo stesso rasoio usato per uccidere le sorelle.

Quando i vigili del fuoco sono giunti sul posto, si sono accorti che in casa c'erano anche la madre del 14enne, Leisha Jones, 33 anni, e il fratellino Jermaine, 2 anni.

La donna era già morta, forse soffocata dal fumo, mentre il bambino di 2 anni è deceduto durante il trasporto in ospedale, anche lui per soffocamento.

Non è chiaro cosa abbia spinto il giovane a compiere questo insano gesto, né quale sia stata l'esatta dinamica dei fatti.

Maggiori dettagli saranno resi noti nel corso delle prossime ore.

Via | New York Daily News

  • shares
  • Mail
55 commenti Aggiorna
Ordina: