Cosenza, falsi invalidi: 13 arresti per medici e funzionari nell'operazione Ippocrate


Avrebbero certificato false invalidità aggirando la competente commissione. Sono quarantanove i provvedimenti cautelari emessi a carico di medici, funzionari e impiegati amministrativi del Distretto di Rende dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza.

Tredici le ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari, trentasei gli obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria. Il reato contestato dalla Procura di Cosenza è il falso ideologico in atto pubblico. Gli indagati sarebbero in tutto centocinquanta.

Le false invalidità civili - in base a quanto emerso dall’attività investigativa - venivano assegnate tramite l'intervento autonomo dei medici, con la complicità di funzionari ed impiegati del Distretto sanitario di Rende. Scrive Il Quotidiano della Calabria:

L'operazione, denominata «Ippocrate», fa seguito ad un’analoga operazione denominata «All included». Fra i destinatari dei provvedimenti ci sarebbe anche il sindaco di San Fili (Cs), Ottorino Zuccarelli. L’inchiesta che ha portato all’emissione delle misure cautelari è scaturita da un’indagine condotta per quasi due anni dalla sezione di Cosenza nord della polizia stradale che aveva rilevato, nel corso di alcuni controlli, irregolarità in merito al riconoscimento dell’invalidità civile a decine di persone.

Foto | Il Quotidiano della Calabria

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: