Ramon Berloso ha confessato: ha rapinato ed ucciso due prostitute con una balestra

Ramon Berloso, il 35enne di Gorizia arrestato con l'accusa di aver ucciso due prostitute, ha confessato ed ha indicato agli inquirenti il luogo nel quale aveva sepolto i cadaveri delle due vittime, Diana Alexiu e Ilenia Vecchiato.

Berloso, stando a quanto hanno rivelato gli inquirenti, avrebbe rapinato le due donne e le avrebbe uccise con una balestra professionale.

Quanto al movente del delitto, Berloso ha deciso di tacere. Forse l'ha fatto per soldi, ma quello che è certo è che, se non fosse stato fermato, avrebbe ucciso di nuovo.

Aveva fissato un appuntamento con un'altra escort - l'avrebbe dovuta incontrare la sera in cui è stato arrestato - e subito dopo averla uccisa sarebbe fuggito in Brasile.

I due cadaveri sono stati ritrovati ieri sulle rive del torrente Torre. Ne parla Brescia Oggi:

La parola «fine» sulla scomparsa di Diana Alexiu è stata messa ieri poco dopo le 12, quando gli inquirenti hanno disseppellito sulle rive del torrente Torre il corpo della escort scomparsa da Desenzano il 20 maggio: poco prima, lì vicino, era tornato in superficie, in avanzato stato di decomposizione, il corpo di Ilenia Vecchiato, altra escort di lusso, residente a Marcon ma originaria di Mestre. Di lei, 28 anni, non si sapeva più nulla da marzo.

Poco distante è stata ritrovata anche una balestra, quasi certamente utilizzata da Berloso per uccidere una delle due donne. Un'altra balestra, del tutto simile all'altra, è stata invece trovata nell'auto dell'uomo al momento dell'arresto.

Berloso è stato già trasferito nel carcere di Trieste, accusato di omicidio plurimo pluriaggravato, furto, occultamento e distruzione di cadavere.

Via | Il Giornale Di Brescia

  • shares
  • Mail