Udine: arrestato Ramon Berloso, sospettato di aver ucciso due prostitute

Diana Alexiu

Una caccia all'uomo durata più di 24 ore si è conclusa ieri ad Udine con l'arresto della persona ricercata: il 35enne Ramon Berloso, originario di Gorizia, sospettato di aver ucciso due prostitute.

Una di loro, l'escort di lusso Diana Alexiu, 23enne romena, è scomparsa il 20 maggio scorso. Si era recata al casello dell'autostrada di Palmanova per incontrare un cliente e da quel momento non si hanno più avute sue notizie.

Ne parla QuiBrescia:

Partita da Desenzano per un incontro con un cliente che non conosceva, la ragazzaera arrivata verso le 22 al casello dell'autostrada di Palmanova, da dove aveva telefonato al fratello promettendogli di richiamarlo più tardi per comunicargli il numero di targa dell'auto del suo nuovo amico. La telefonata non è mai arrivata e di lei si sono perse le tracce.



L'altra presunta vittima è una prostituta originaria di Mestre, di cui non si hanno notizie dal marzo scorso.

Mentre continuano le ricerche dei due cadaveri - si ipotizza che siano stati abbandonati sulle rive del fiume Torre - Berloso è sotto interrogatorio.

L'arresto è avvenuto nella tarda serata di ieri: le autorità hanno scoperto che Berloso aveva preso appuntamento con un'altra escort. Visto che l'uomo, già condannato in precedenza per l'omicidio di un 18enne slavo nell'ottobre 2003, era tra i principali sospettati, si è ritenuto opportuno intervenire.

Ma l'uomo, che era solo nella sua Punto bianca, è riuscito a evitare la cattura con una manovra spericolata e ha abbandonato l'auto nei pressi del cimitero di Crauglio di San Vito al Torre, fuggendo a piedi.

Qualche ore dopo è stato rintracciato ed ora, secondo le prime indiscrezioni, starebbe già facendo le prime ammissioni.

Via | La Voce Del Nord Est

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: