Giappone: arrestata 34enne con l'accusa di aver strangolato la figlia di 5 anni

Fukuoka

Maltrattata per mesi ed infine strangolata: è questa la tragica sorte toccata ad una bambina giapponese di 5 anni residente nella prefettura di Fukuoka, sulla costa settentrionale dell'isola di Kyūshū.

Ad ucciderla, il mese scorso, è stata sua madre, Junko Egashira, 34 anni, ossessionata dalla disciplina: per mesi ha maltrattato la figlia, l'ha addirittura chiusa nella lavatrice - almeno tre volte, secondo quanto dichiarato dalla donna - ed ha azionato la centrifuga.

La violenze sono iniziate nel maggio scorso e l'escalation è stata letale per la bambina. La donna, divorziata dal 2008, ha dichiarato di aver agito per "inculcare la disciplina" a sua figlia Mone.

Questo, secondo lei, giustificava i suoi gesti: chiudere la figlia nella lavatrice con mani e piedi legati o tapparle la bocca col nastro adesivo era necessario per farle capire come comportarsi bene.

La donna, dopo circa un mese di indagini, è stata arrestata con l'accusa di omicidio.

Via | Mainichi Daily News

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: