Ceva, Cuneo: Zoran Yoksimovic uccide Katerina Marcovic e Salvatore Ciantia, poi si suicida


Ancora un delitto scatenato dalla gelosia. Così gli investigatori leggono il duplice omicidio avvenuto ieri a Ceva, nel Cuneese. Zoran Yoksimovic, 28 anni, croato, ha ucciso a coltellate Katerina Marcovic, 24enne originaria della ex Jugoslavia, e Salvatore Ciantia, siciliano, anche lui di 28 anni, amico della ragazza.

Subito dopo l’omicida si è dato alla fuga. È stato rintracciato nella serata nella sua abitazione a Ceva con la gola tagliata. Trasportato in ospedale in gravissime condizioni è morto nel corso della notte. Secondo la ricostruzione del delitto, riportata da La Stampa, ieri pomeriggio Katarina era sotto casa davanti alla fermata dell’autobus in compagnia di Salvatore quando si è trovata davanti Zoran Yoksimovic, il suo ex ragazzo.

Tra di due ci sarebbe stata una breve discussione, poi una coltellata, a freddo, alla gola della ragazza. A questo punto sarebbe intervenuto Salvatore. Ha tentato di difendere Katarina ma anche lui è stato colpito mortalmente con più fendenti.

All’origine del gesto ci sarebbero motivi di gelosia: Zoran Yoksimovic non aveva mai accettato la fine della relazione con la sua ex fino al tragico epilogo di ieri. Questo è il decimo caso simile in meno di un mese.

Foto | La Stampa

  • shares
  • Mail