Roman Polański: la Svizzera non concede l'estradizione, il regista può lasciare il Paese

Roman Polanski

Nuovo aggiornamento sul caso del regista Roman Polański, arrestato il 26 settembre all’aeroporto di Zurigo per uno stupro da lui commesso nel 1978 ai danni di una bambina di 13 anni, Samantha Geimer.

Gli Stati Uniti avevano chiesto che il 76enne fosse estradato, così da poter essere processato per il crimine da lui commesso 32 anni fa.

Oggi, però, il governo elvetico ha deciso di rifiutare la richiesta. L'annuncio è stato fatto dal Ministro della Giustizia svizzero Eveline Widmer-Schlump:

Il regista 76enne non sarà estradato negli Stati Uniti. Le misure restrittive della libertà nei suoi confronti sono state revocate. Potrà andare in Francia o in Polonia e non sarà arrestato. Gli Stati Uniti non possono contestare la nostra decisione.

Polański, agli arresti domiciliari dal 4 dicembre scorso, ora è un uomo libero.

Via | New York Daily News

  • shares
  • Mail