Jaycee Lee Dugard otterrà un risarcimento da 20 milioni di dollari

Di Jaycee Lee Dugard avevamo scritto molto in passato: la giovane, ora 30enne, fu rapita da Phillip Craig Garrido e da sua moglie Nancy nel 1991 e tenuta prigioniera per ben 18 anni ad Antioch, San Francisco.

La vicenda emerse nell'agosto dello scorso anno: in quei 18 anni Garrido violentò più e più volte la giovane prigioniera ed ebbe da lei due figli, il primo quando aveva 14 anni, il secondo quattro anni dopo.

Mentre i due aguzzini sono in attesa del processo - si sono dichiarati non colpevoli - Jaycee e la sua famiglia nelle scorse settimane hanno accusato il Department of Corrections and Rehabilitation della California di aver commesso diversi errori, gravi episodi di disattenzione che hanno notevolmente rallentato il ritrovamento della giovane.

Garrido, infatti, era già stato condannato in passato per rapimento e stupro e quando, insieme alla moglie, catturò Jaycee ad una fermata dell'autobus, era in libertà vigilata.

Perché non fu controllato a dovere? La famiglia Dugard, a ragione, sostiene che se le autorità avessero monitorato gli spostamenti di Garrido, Jaycee sarebbe stata ritrovata molto prima.

Per questo motivo - visti i danni psicologici, fisici ed emotivi - i Dugard hanno chiesto un risarcimento e sono riusciti ad ottenerlo: la California State Assembly e il Senato hanno infatti votato a favore, quasi all'unanimità, per concedere ai Dugard 20 milioni di dollari.

La somma, stando a quanto ha dichiarato un portavoce del Governatore Arnold Schwarzenegger, sarà messa a disposizione della famiglia nel corso delle prossime settimane.

Via | San Francisco Gate

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: