Il serial killer di Daytona Beach ancora a piede libero

Non ammazza soltanto prostute o tossicodipendenti. Nessuna donna è sicura a Daytona Beach, in Florida - questo è il messaggio che la polizia continua a trasmettere, mentre il serial killer sfugge ancora alla cattura. Passato ormai più di un anno dalla stesura del profilo del criminale, dopo il rinvenimento di tre cadaveri tra la fine del 2005 e l'inizio del 2006, lo scorso 2 gennaio è saltato fuori un quarto corpo, quello di Stacey Gage, scomparsa a dicembre. Anche in questo caso la causa della morte è stato un proiettile calibro .40 sparato alla testa, e come nelle precedenti occasioni la vittima è stata trovata nuda.

Il profiler Tom Davis si dice certo che l'assassino "non è un mostro in apparenza", si tratta di un individuo bene integrato, probabilmente incensurato. Intanto, nella speranza di dare una svolta alle indagini, gli inquirenti hanno aperto una hot line telefonica per raccogliere suggerimenti, mentre Crime Stoppers offre una taglia di undicimila dollari a chi fornirà indicazioni utili per l'arresto e l'incriminazione del serial killer. Si spera che tra tante segnalazioni inutili possa emergere qualche pista concreta.

  • shares
  • Mail