Mafia, Palermo: nuovo pentito collabora, 9 arresti nell'operazione Nuove alleanze


Nuovo pentito e nuovi arresti a Palermo. Agenti della Dia, della Squadra mobile e dei carabinieri del Ros hanno stretto le manette ai polsi di nove persone accusate di associazione mafiosa e intestazione fittizia di beni nell'ambito dell'operazione denominata "Nuove alleanze".

Il nuovo collaboratore di giustizia, del quartiere Zen, ha aiutato gli investigatori a ricostruire le ultime dinamiche associative a Palermo. In particolare la pace suggellata tra due gruppi storicamente nemici: quello che faceva capo al giovane boss Gianni Nicchi, arrestato nei mesi scorsi, e quello dei boss di San Lorenzo, Salvatore e Sandro Lo Piccolo. Il tutto in nome degli affari.

Le misure restrittive, emesse dalla Dda del capoluogo, seguono le indagini sui clan e sui "mandamenti" principali della città: Resuttana, San Lorenzo-Tommaso Natale, Acquasanta. Grazie ad intercettazioni telefoniche, ambientali e servizi di osservazione gli investigatori sono risaliti alle ultime strategie associative finalizzate alla gestione di affari illeciti.

Individuati anche i nuovi capi della famiglie di San Lorenzo e dell’Arenella-Acquasanta. L’indagine ha evidenziato ancora una volta quanto sia capillare la rete del pizzo a Palermo e ha svelato gli interessi dei clan su diversi centri scommesse, due dei quali sono stati sequestrati.


Via | Live Sicilia

  • shares
  • Mail