Omicidio Raffaella Ingrassia: fermato il collega Mauro Iorio, che ha già confessato di essere l'autore del delitto

omicidio_sestofiorentin

Si può già considerare risolto il mistero sulla morte della 44enne Raffaella Ingrassia, originaria di Taranto, trovata morta ieri sera nella sua abitazione a Colonnata, frazione di Sesto Fiorentino, in provincia di Firenze.

Ce ne siamo già occupati questa mattina:

Quando i militari sono entrati nell'appartamento si sono trovati davanti il corpo senza vita della donna immerso in una pozza di sangue. Nella notte gli investigatori hanno controllato gli alibi di alcune persone e ascoltato amici e colleghi della vittima che lavorava in un supermercato.

Ed è stato proprio uno dei suoi colleghi ad averla uccisa: il 25enne Mauro Iorio, residente a Firenze, che ha già confessato di essere l'autore dell'omicidio.

Il giovane, secondo gli inquirenti, avrebbe agito per motivi passionali: i due avevano da tempo una relazione che la Ingrassia, di punto in bianco, aveva deciso di interrompere.

Il delitto, come rivelato già in precedenza, sarebbe avvenuto ieri pomeriggio, intorno alle 15.30, ma il corpo è stato scoperto solo ieri sera, poco dopo le 22.30.

Da quanto si è appreso, Iorio ha confessato di aver ucciso Raffaella a coltellate e di aver gettato l'arma - non ancora ritrovata - lungo il tragitto tra la casa della donna e la fermata del bus che prendeva per andare a lavoro.

Via | Il Secolo XIX

  • shares
  • Mail