Bolzano, condannato sacerdote per pedofilia

Ennesimo caso di pedofilia che vede come protagonista in negativo un membro del clero italiano, ma non oggi. Ben 19 anni fa. I fatti che hanno infatti portato alla condanna a 7 anni e 6 mesi di reclusione con l'accusa di violenza sessuale continuata il sacerdote Don Giorgio Carli si sono svolti la vittima aveva solamente 9 anni. Mentre ora, al giorno della condanna, ne ha ben 28.

Don Giorgio Carli era stato assolto in primo grado due anni fa, ma ora la Corte d'Appello di Bolzano ha sancito che oltre ai 7 anni e 6 mesi il prete dovrà risarcire per una somma pari a 500 mila euro la donna e per 200 mila euro i suoi genitori.

Secondo la giovane donna gli abusi si sarebbero perpetrati per alcuni anni e lo shock causato l'avrebbe fatta cadere in un profondo stato di depressione che solamente con lunghe sedute di psicanalisi è riuscita a superare, così come a ricordare i tragici fatti della propria infanzia.

Il prete si è – ovviamente – sempre dichiarato innocente ed estraneo ai fatti, mentre i legali della difesa Flavio Moccia e Alberto Valenti dopo essersi definiti “sconcertati” sulla sentenza di condanna hanno già dichiarato che porteranno il caso alla Corte di Cassazione. Con grande coraggio, verrebbe da dire.

Il tema della pedofilia nel clero è oramai un tema che ha preso le fila di un fenomeno a sé stante nella coscienza civile, tanto che la giornalista Vania Lucia Gaito ha deciso di dedicare un intero libro all'argomento intitolato “Viaggio nel silenzio” con omonimo blog annesso. Un lungo viaggio tra i silenzi, spesso incitati dalla Chiesa stessa, che si spera diventino urla sempre più forti.

Cliccando sul continua potete vedere gli altri spezzoni del documentario "Sex Crimes and the Vatican"

Via | TgCom

  • shares
  • Mail