Perugia, omicidio: 24enne ucciso a letto, ferita la fidanzata

17.40 - La vittima dell’omicidio è Alessandro Polizzi, di Perugia. Il 24enne lavorava come operaio nella ditta di famiglia, alla periferia del capoluogo umbro. La ragazza, Julia Tosti, di 20 anni, è ricoverata in stato di shock nell’ospedale della città: le sue condizioni non sono gravi, ma avrebbe riportato una ferita d’arma da fuoco a un braccio e lesioni alla testa e al volto. Il killer aveva il viso coperto e una pistola calibro 34. Secondo fonti citate da Corriere.it l’assassino avrebbe prima ucciso Polizzi in camera da letto, poi avrebbe puntato l’arma sulla ragazza, ma la pistola si sarebbe inceppata e allora l’avrebbe aggredita a calci e pugni prima di fuggire.

11.47 - Il corpo della vittima è stato rinvenuto nel corridoio dell’appartamento di via Ricci in cui la coppia era andata a vivere da poco. Non è ancora chiaro se il ragazzo sia stato colpito dai proiettili lì dove è stato rinvenuto cadavere oppure nel letto. L’omicidio del 24enne, senza precedenti e di nazionalità italiana così come la fidanzata, è stato scoperto dopo che alcuni vicini intorno alle 3.15 avevano sentito un forte trambusto (“come di mobili rovesciati”) proveniente da quell’appartamento al terzo piano, di proprietà della nonna della ragazza. L’assassino, il viso coperto da un passamontagna, dopo aver compiuto la sua missione di morte ha fatto perdere rapidamente le sue tracce. Gli investigatori sono a caccia di possibili testimoni tra i residenti nel quartiere Madonna Alta, anche se l'ora in cui si è consumato il delitto di certo non aiuta.

Omicidio a Perugia. Un giovane di 24 anni è stato ucciso a colpi di pistola in casa mentre dormiva con la fidanzata, rimasta ferita non in modo grave. Secondo una prima ricostruzione della polizia killer si è introdotto nell’appartamento occupato dai ragazzi a Madonna Alta, alla periferia della città, intorno alle 3 della scorsa notte sfondando la porta a calci. L’arma usata è una vecchia pistola calibro 9. Il 24enne, raggiunto da diversi proiettili è morto all’istante

La ragazza, ferita a un braccio, è stata soccorsa e portata in ospedale, le sue condizioni non destano preoccupazione. Gli investigatori al momento non tralasciano nessuna pista, compresa quella passionale, della gelosia. E Perugia nel giorno in cui si saprà se Sollecito e Knox saranno assolti in via definitiva per l’omicidio di Meredith Kercher, commesso il primo novembre 2007 nel capoluogo umbro, torna alla ribalta della cronaca per un altro fatto di sangue. Indaga la Squadra Mobile di Perugia, sul posto anche il pm Antonella Duchini e il medico legale.

(in aggiornamento)

Foto © Getty images

  • shares
  • Mail