Bolzano: sedici neonazisti arrestati

A pochi giorni dalle elezioni nazionali, il Sud Tirolo manda inquietanti segnali al resto d’Italia con la scoperta dell’ennesimo gruppo di naziskin colpevole di parecchi episodi di violenza e finalmente arrestato dalla Polizia di Bolzano, città cui si riferisce il video proposto, con intervista a uno skinhead.

Lesioni personali, incitamento alla discriminazione, odio e violenza per motivi razziali: questi i capi d’accusa per 16 ragazzi fra i 17 e i 27 anni che si riunivano periodicamente in una costruzione di legno nascosta nel bosco, con i soliti ammennicoli del caso: emblemi nazisti, rituali di ammissione per i nuovi iscritti, gerarchia militare riecheggiante quella del Reich e persino una bandiera di guerra della marina tedesca. Naturalmente i baldi giovani dalle teste rasate erano in contatto con “commilitoni” dell’Austria, Germania e altre nazioni europee.

Niente di nuovo sotto il sole, mi si dirà, ma continua a sembrarmi preoccupante e incredibile la scarsissima memoria storica di certi facinorosi, che, come Sandalo di cui abbiamo parlato pochi giorni fa, hanno sempre bisogno di qualche bandiera con cui vestire la loro violenza. Fa sorridere che come bandiera questa volta ragazzi del Sud Tirolo abbiano scelto quella della Marina. Ecco il sito, di cui ci eravamo già occupati in passato, dei Blood and Honour, gruppo internazionale oltre l'estrema destra.

Fonte: Quotidiano.net

  • shares
  • Mail