Ex presidente dell’Argentina lotta contro l’estradizione

Le regole e leggi normalmente valide per molti di noi non si applicano a determinate persone: l’ultima privilegiata a sfruttare status e leggi sull’estradizione è Isabel Peron, terza moglie di Juan Domingo Peron ed ex presidente dell’Argentina. Residente da molti anni in Spagna, questa adorabile vecchietta si oppone con forza alle richieste di estradizione provenienti dallo Stato che ha governato nel lontano 1975.

Alcuni giudici argentini vorrebbero sentirla circa il suo coinvolgimento nella sparizione di alcuni attivisti politici durante il suo mandato e anche riguardo il suo coinvolgimento nella costituzione dei famigerati AAA, le squadre della morte chiamate Alleanza Argentina Anticomunista che si suppone abbiano ucciso o fatto sparire più di 1500 persone durante il governo di Isabel.

Ma la terza moglie di Peron, ora 77enne, si appella con fermezza alla sua veneranda età, alla salute cagionevole e alla sua doppia cittadinanza argentino/spagnola per evitare possibili guai. Isabel Peron è personaggio di dubbia statura, dall’esordio come centante nei night club alla sua trasformazione in animale politico, fino al suo coinvolgimento con maghi e astrologi (cui affidò anche importanti cariche ministeriali) e alla profonda amicizia con il dittatore Franco. Ora, a rafforzare i dubbi, il suo rifiuto nell’affrontare i processi, come se avesse qualcosa da temere…

Fonte: CNN

  • shares
  • Mail