Omicidio Claps, l'appello di Don Cozzi: "Restivo, fai quei nomi"

A meno di 24 ore dall'inizio del processo d'appello a Danilo Restivo, unico imputato nel procedimento per l'omicidio di Elisa Claps, cresce l'attesa per quello che il potentino dirà o farà nel corso dell'udienza. Racconterà la verità? Farà i nomi delle persone che, secondo l'accusa, l'hanno aiutato a coprire l'omicidio?

DaniloRestivo

Giuliana Scarpetta, l'avvocato che difende la famiglia Claps, ha già dichiarato di aver pronte centinaia di domande da porre a Restivo, mentre in queste ore è arrivato l'appello di Don Marcello Cozzi, attuale vicepresidente nazionale dell'associazione Libera, che ha invitato l'imputato a "fare i nomi":

Hai ucciso Elisa, così ha detto una Giudice. L’impressione, a dire il vero, è che non lo dica solo lei. Da quel lontano 12 settembre sembra dirlo ogni cosa: i tuoi spostamenti di quel giorno, le tue contraddizioni, le cose non dette. Il tuo passato, le tue inquietanti manie, quelle tante ragazze che pure avevi importunato. E le tue bugie, quelle di ieri, quelle di questi anni, quelle di oggi. […] Ho passato anni, non ti nascondo, a chiedermi se ci fosse dentro di te un confine tra la follia e la normalità, e a capire dove collocarlo, per cercare – per quanto possibile – di avere un appiglio che mi permettesse, di certo, non a giustificare ma almeno a comprendere. Quante volte mi sono chiesto se il tuo gesto omicida rispondesse di più al terribile e incomprensibile raptus del folle o invece al profondo disagio di un giovane che qualcuno avrebbe dovuto aiutare prima che le urla interiori che dominavano la sua solitudine prendessero il sopravvento.

Restivo vorrebbe che si riaprisse il dipartimento, mentre l'accusa vorrebbe soltanto che venisse confermata la decisione dei giudici del primo grado. A confermarlo ci ha pensato Franco Roberto, procuratore di Salerno:

Auspichiamo che questo processo arrivi alla parola fine. Lavoriamo affinché il processo di appello abbia un esito conforme al giudizio di primo grado con l'affermazione di responsabilità del Restivo. Naturalmente tutto è rimesso al giudizio della Corte di Appello ma abbiamo fiducia in un risultato positivo per l'accusa di conferma della precedente condanna.

L'appuntamento per la nuova udienza del processo è per domani, 20 marzo, presso la Corte d'Appello di Salerno.

  • shares
  • Mail