Diserbante per fabbricare esplosivo: arrestato complice di Sandalo

Sandalo ai tempi di Prima LineaGli agenti della Digos hanno fermato Maurizio Peruzzi, 52 anni, accusato di essere complice di Sandalo, di avergli fornito sostanze chimiche e consigli utili a fabbricare esplosivi, di possedere materiale del Fronte Cristiano Combattente e di aver attivato un cellulare per poter comunicare liberamente con l’ex Prima Linea. C’è da dire che questa volta il Sandalo si comporta in modo diverso rispetto ai precedenti arresti e non ha ancora venduto nessun collaboratore per riduzioni di pena, anzi, dichiara di aver agito in completa solitudine, ma le prove sembrano schiaccianti.

Quante volte, nei film o girando su internet, siamo incappati in fantomatiche notizie su come fabbricare il napalm dall’aranciata + benzina o ricavare potenti esplosivi dai diserbanti? Ecco, con l’arresto del perito chimico che avrebbe aiutato Roberto Sandalo ci troviamo di fronte a un caso del genere, purtroppo assai preoccupante pur nella sua ingenuità e sprovvedutezza.

Se non si avesse a che fare con esplosivi e sostanze potenzialmente pericolosissime ci sarebbe davvero da ridere: due uomini di mezza età, delusi e pieni di una rabbia senza un reale target, che si riuniscono in un cascinale a Nibbiano e che fra un bicchiere di vino e l’altro, invece di lasciarsi andare alla nostalgia, per sentirsi di nuovo gggiovani si mettono a fabbricare bombe e a stampare volantini contro l’Islam. Come in una versione distorta e maligna dei Quattro amici al bar di Gino Paoli.

Fonte: La Repubblica

  • shares
  • Mail