Roberta Ragusa: trovati suoi reperti?

Secondo un’esclusiva di Tgcom24 alcuni reperti trovati di recente in un luogo tenuto “segretissimo” apparterrebbero a Roberta Ragusa, la giovane mamma scomparsa più di un anno fa da San Giuliano Terme, nel Pisano. Per il caso, com’è noto, l’unico indagato è il marito di Roberta, Antonio Logli, con le accuse di omicidio volontario e occultamento di cadavere. Gli investigatori per ora non smentiscono né confermano che questi presunti reperti di Roberta (di cui non si conosce la natura) siano stati trovati. Ieri Tgcom scriveva che sono comunque già nella disponibilità degli inquirenti. Dopo la proroga delle indagini, che rischiavano d'essere archiviate, si è arrivati quindi a una svolta?

Dal pubblico ministero che indaga sulla scomparsa di Roberta, avvenuta il 14 gennaio 2012, nessun commento ma neanche una smentita ufficiale, almeno finora:

“Non ho assolutamente nulla da dire su questo elemento”.

Anche dai carabinieri del comando provinciale di Pisa no comment.


Il legale di Antonio Logli dal canto suo ha detto di non essere stato informato di nessun ritrovamento da parte degli inquirenti e che se:

"si fosse trattato di resti umani avrebbero dovuto informarci in quanto parte del procedimento penale nell’eventualità di svolgere qualunque tipo di accertamento irripetibile”.

L’avvocato Roberto Cavani ha infatti ricordato che:

"quando furono ritrovati gli indumenti nel bosco di Montaione, nei pressi di San Miniato (Pisa) fummo chiamati per effettuare il riconoscimento di quegli oggetti: questa volta non ci hanno informati”.

In questi ultimi i giorni le ricerche della scomparsa si erano concentrate nella provincia di Pisa e in quella Lucca, specie nella zona del parco di Migliarino-San Rossore e del lago di Massaciuccoli.

  • shares
  • Mail