Castelnuovo Magra: pensionata uccisa in casa, mano mozzata

È stata uccisa Marisa Morchi, pensionata di 77 anni residente a Castelnuovo Magra nello spezzino. A trovare il cadavere della donna in un lago di sangue e a dare l’allarme è stata la figlia, dipendente comunale, che ieri all’ora di pranzo si era recata a casa della madre. Il corpo della vittima presentava diverse ferite anche alla testa, la mano destra mozzata. Vedova da 30 anni, dopo la morte del marito Dante Palma Marisa Morchi viveva da sola e ora a Castelnuovo tutti ricordano quando, anni fa, riuscì a mettere in fuga una coppia di rapinatori che si erano introdotti nella sua abitazione.

Una donna coraggiosa Marisa, tenace. La pensionata ha forse reagito anche questa volta a un tentativo di rapina finendo per essere uccisa? Gli investigatori allo stato non escludono nessuna ipotesi, tentato furto compreso. La casa era a soqquadro, anche se pare che dall’appartamento dell’anziana non manchi nulla. E poi quella mano mozzata, che indicherebbe una violenza e un accanimento nei confronti della vittima non facilmente spiegabili con un tentativo di rapina.

Il delitto sarebbe avvenuto dopo le 11.30 di ieri, a quell’ora la donna è stata vista per l’ultima volta da una vicina in giardino. Nessuno avrebbe visto nulla di sospetto o sentito urla. Indagano i carabinieri di Sarzana e La Spezia coordinati dal pubblico ministero Luca Monteverde.

Foto @ Getty Images

  • shares
  • Mail