Trieste, rapina in casa: anziana uccisa a Longera


Aveva scoperto e forse riconosciuto i ladri che erano entrati nella sua abitazione, a Trieste. Per questo la 76enne Bruna Cermelli sarebbe stato colpita a morte alla testa con un corpo contundente. È quanto ipotizzano gli investigatori che si stanno occupando del tentato furto finito in tragedia avvenuto la scorsa notte in casa dell’anziana, nella zona di Longera.

Nell’abitazione sono al lavoro i carabinieri e il medico legale. Secondo chi indaga i malviventi, si parla di almeno due persone, avevano pianificato tutto, erano andati a colpo sicuro: un’anziana che abita in una villetta isolata e una cassaforte da svaligiare o da portare via se necessario.

Bruna Cermelli era disabile, poteva muoversi solo con l'ausilio di un deambulatore. Probabilmente i malviventi sapevano anche questo, la violenza sarebbe esplosa quando sono stati scoperti. La tentata rapina e l’aggressione all’anziana sono avvenute al piano superiore della villetta di Strada per Longera 193, al piano inferiore abita un cugino della vittima che non era in casa al momento del delitto.

(in aggiornamento)

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail