Napoli, omicidio Pasquale Romano: arrestato il presunto killer Salvatore Baldassarre

Nuovo arresto in relazione all'omicidio di Pasquale Romano, il 30enne ucciso per errore a Napoli il 15 ottobre dello scorso anno con 14 colpi di pistola. Dopo l'arresto del pentito Giovanni Marino, della basista Anna Altamura e dei suoi due figli e di Giovanni Vitale, stamattina è stata la volta del presunto esecutore materiale, Salvatore Baldassarre.

Fu proprio Baldassarre, lo ritengono gli inquirenti, a premere il grilletto ed uccidere il giovane innocente. Esplose ben 14 colpi prima di rendersi conto di aver sbagliato persona. Da quel momento si era reso irreperibile, ma all'alba di oggi la sua fuga è finita in un appartamento di Marano di Napoli.

I carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli hanno fatto irruzione nell'abitazione e fatto scattare le manette per il 30enne, sorpreso in possesso di documenti falsi e una pistola semiautomatica.

Baldassarre, ritenuto affiliato al clan Abete-Abbinante-Notturno, avrebbe agito proprio nell'ambito dei contrasti col clan dei Girati di via Vanella Grassi. Il vero destinatario dell'attentato, Domenico Gargiulo, era infatti un affiliato al clan contrapposto a quello degli Scissionisti, protagonisti della riaccesa faida di Scampia.

Foto | Facebook

  • shares
  • Mail