Da brigatista a combattente cristiano: arrestato Roberto Sandalo

Le anime nere non riescono a vedere la luce nemmeno quando abbracciano qualche tipo di distorto ideale religioso: spostano unicamente il target delle loro azioni criminali. Durante gli anni di piombo Prima Linea era lo schieramento peggiore di tutti, con i membri che progettavano gli attentati tenendo meticolosamente conto di orari e coincidenze dei treni, per poter poi passare il week end in montagna con parenti e amici: ora alcuni di loro si sono riciclati nei modi più assurdi.

Nella giornata di ieri la Digos ha arrestato proprio uno di questi elementi, Roberto Sandalo, detto “Roby il Pazzo”, per alcuni attentati a edifici islamici compiuti con il denominativo di Fronte Cristiano Combattente. Nel baule della macchina un arsenale di armi e liquidi infiammabili, oltre a timbri anti Islam. La Digos lo seguiva da mesi ed è intervenuta per bloccare una possibile escalation.

Il terrorismo per questo tipo di personaggi è sempre e solo stato una scusa per poter dare libero sfogo alla violenza, ne è una prova la “carriera” di Roberto Sandalo: da esponente di Prima Linea uccide senza pietà salvo poi pentirsi, svendere i “compagni” e approfittare degli sconti di legge per rifarsi una vita. Ma non certo una vita normale: allo sbando, in cerca di qualche bandiera da seguire, diventa simpatizzante della Lega Nord, compie qualche rapina e finisce anche nuovamente in carcere nel 2002.

Non soddisfatto, Roby il Pazzo trova finalmente una nuova scusa per travestire con qualche assurda veste ideologia il suo istinto criminale: identifica nell’Islam il nuovo nemico da combattere e, con la nomea di Fronte Cristiano Combattente compie atti vigliacchi come incendiare macchine di fronte a delle scuole islamiche.

Importanti le parole del pm Armando Spataro che, nella conferenza stampa seguita all’arresto, ha puntato il dito anche verso determinati politici responsabili di fomentare l’odio: “Chiunque parla di fucili deve sapere che valore abbiano queste parole, perchè ci può essere sempre l'estremista di turno che prende quelle parole come spinta per atti come questo”.

Per persone come Sandalo non è mai stata questione di idee e schieramenti, di sincera passione che può portare anche a terribili errori, no, si è sempre trattato di trovare la scusa giusta per rubare e uccidere. Chissà quale sarà la prossima bandiera per Roby il Pazzo.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: