Potenza: ritrovati in una chiesa i resti di Elisa Claps

E' un caso che ha fatto discutere quello di Elisa Claps, la ragazza 16enne scomparsa a Potenza il 12 settembre 1993 e della quale non si è più saputo nulla.

Adesso, a distanza di 17 anni, per una casualità sono stati ritrovati quelli che si presume siano i suoi resti durante un lavoro di ristrutturazione della chiesa della Trinità da alcuni operai che hanno avvertito le Forze dell'Ordine.

Manca l'ufficialità, come ha sottolineato il questore Romolo Panico, ma sembra che insieme al corpo - forse mummificato - siano stati trovati anche alcuni effetti personali (una maglia ed un paio di sandali che la ragazza indossava il giorno della sua scomparsa) che lascerebbero poco spazio ai dubbi.

Gildo Claps, il fratello della ragazza, chiamato per una prima identificazione, è stato visto uscire visibilmente scosso dalla chiesa dove è stato trovato il corpo.

Stando a quanto appreso i resti erano nascosti in un'ala (solitamente chiusa) della chiesa dove era stata vista entrare da Danilo Restivo, l'unico uomo in seguito indagato. L'uomo si è poi trasferito in Inghilterra, dove è stato indagato per un fatto analogo (la scomparsa di una donna, la sarta Heather Barnett, che abitava vicino casa sua).

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: