New York: crimine in costante calo da 7 anni

Rudolph Giuliani non diventerà mai "sindaco" di tutta l'America, però passerà alla storia come il sindaco dell'undici settembre, e quello della tolleranza zero. Non che Bloomberg lasci i tagliagole liberi di affilare lame sulle giugulari di anziane signore a Central Park. Proprio il sindaco tycoon ha confermato - durante una conferenza stampa congiunta con il commissario capo della polizia Raymond Kelly - il continuo calo dei crimini all’interno della città per il settimo anno consecutivo.

All’interno di un quadro spesso fosco che ci vede alle prese con violenze di ogni tipo questo è un segnale senza dubbio confortante, ancor di più se si riuscissero a esportare in altri Paesi i sistemi usati per ottenere questi risultati. Le cifre sono impressionanti: gli omicidi sono sotto i 600 - bè, mica pochi comunque - per il quarto anno consecutivo e sotto i 500 nel 2007, tutti i crimini maggiori sono calati di circa il 26%, gli omicidi legati a violenze domestiche sono diminuiti del 36% e i crimini in metropolitana del 13%.

I motivi di questo enorme successo? Sono da cercarsi principalmente in Operation Impact, una idea tanto semplice e “banale” quanto efficace: si analizzano i quartieri e le strade che hanno dato maggiori problemi durante l'anno passato e si dislocano più agenti in quelle zone. Gli stessi agenti visitano ogni tanto le famiglie nelle quali ci sono stati episodi di violenza, abbassando così la possibilità di recidiva. Un'idea da copiare? Nel frattempo guardatevi il video qui sopra; una specie di Scarface che litiga con un altro automobilista. Magari ora applicarsi al traffico, potrebbe essere un'idea. Roadrage!

Fonte: CNN

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: