Haiti: le proteste per il cibo lasciano 5 morti sulle strade

Poco tempo fa dicevamo di come il mondo fosse un posto pericoloso in cui vivere. Confermiamo. Anche perchè, quando si ha fame, non ci si fanno grossi problemi a scatenare rivolte, sommosse e devastazioni. Guardate qui sopra cosa è successo ad Haiti, per esempio. Dove proprio il frumento è al centro di varie manifestazioni molto violente in alcune parti del globo, proteste che ieri hanno provocato 5 morti. Nel video si possono vedere alcune di queste persone che, vi ricordo, non stanno scendendo in piazza per lamentarsi del prezzo della benzina o per la libertà di voto: stanno semplicemente chiedendo che il costo del pane non raddoppi di mese in mese. Poi uno dice il V-Day di Grillo. In una sorta di cassa di risonanza mondiale mentre ieri scendevano in piazza a Port Au Prince anche a El Salvador si formavano spontanee proteste da parte delle donne, esasperate da una situazione intollerabile che non accenna a cambiare.

Fonte: Reuters

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: