Perugia: entra nella sede della Regione, uccide due impiegate e si toglie la vita

Terrore a palazzo del Broletto a Perugia, l'edificio che ospita gli uffici della Regione Umbria, dove intorno alle 12.30 un uomo non ancora identificato è riuscito ad entrare armato di pistola e a raggiungere il quarto piano dello stabile, dove ha aperto il fuoco contro due delle impiegate presenti al momento, poi ha rivolto l'arma contro sé stesso e si è tolto la vita.

Una delle due donna è deceduta sul colpo, l'altra è morta poco dopo l'arrivo dei soccorsi, che hanno tentato inutilmente di stabilizzarla prima di trasportarla all'ospedale Santa Maria della Misericordia. Stando alle ultime notizie diffuse, le vittime sarebbero una dirigente e una consulente di quell'ufficio.

L'uomo, Andrea Zampi, piccolo imprenditore di 42 anni, sarebbe entrato nell'ufficio gridando "mi avete rovinato". Dopo aver esploso un colpo in aria si sarebbe chiuso in un ufficio con le due donne e dopo averle uccise si sarebbe tolto la vita in una stanza adiacente.

Ancora ignoti i motivi del folle gesto, anche se l'ipotesi più valida sembra essere quella di un finanziamento da 100 mila euro non concesso. Gli agenti sono ancora sul posto per ricostruire l'esatta dinamica di quanto accaduto e cercare di chiarire il movente.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail