Giovanni Tagliaferri, accoltellato per un complimento: minorenne condannato a 12 anni di carcere

omicidio_giovannitagliaferri

Quasi un anno fa, il giorno di Pasquetta, Giovanni Tagliaferri, 21enne di Scampia, fu ucciso in via Cristoforo Colombo: era in macchina con quattro amici, sul marciapiede camminavano tre coppiette e dall’auto partirono complimenti alle ragazze dei tre.

I ragazzi non la presero bene e la rissa fu immediata. Volarono i coltelli e Tagliaferri fu colpito alla coscia. Inutile la corsa in ospedale, l'arteria femorale era stata recisa e il giovane morì in poco tempo.

I responsabili furono identificati ed ora si è arrivati al processo: R.L., minorenne, è stato condannato a scontare 12 anni di carcere per omicidio volontario.

Secondo quanto è emerso in Tribunale il giovane avrebbe bloccato Tagliaferri alle spalle, mentre un suo complice lo accoltellava alle gambe.

Stessa accusa anche per due maggiorenni, Francesco Buccini e Pietro Canestrelli, la cui sentenza è attesa per il prossimo 8 marzo.

I legali de minorenne hanno già fatto sapere che ricorreranno in appello per dimostrare che dietro le sue azioni non c'era la volontà di uccidere.

Via | Il Mattino

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: