Legittima difesa: ammazza il dodicenne


In Italia abbiamo le rapine in villa. Dove delle volte, ci scappa il morto, sia tra il rapinatore, che tra il rapinato. In Sudafrica stanotte, a Pretoria, è successo qualcosa di peggio: c'è un ragazzino che spacca un finestrino di una macchina, ruba un cellulare. E c'è il rapinato che è armato - sfiga - è in macchina e si mette ad inseguirlo - doppia sfiga - e che alla fine lo ammazza, sparandogli un paio di colpi alle spalle.

Una storia edificante che farà la gioia dei profeti della tolleranza oltre lo zero, magari il doppio zero. In Italia le norme per la legittima difesa sono state recentemente inasprite, e le conseguenze un pò si sono anche già viste. La storia del ragazzino morto per un telefono rubato la trovate sul sito del Sunday Independent. Voi invece cosa ne pensate?

Foto: trancemist, Flickr

  • shares
  • Mail